Palazzo ducale di Urbino, descrizione

Il Palazzo ducale di Urbino, descrizione – Nella seconda metà del Quattrocento Urbino diventa sede della potente signoria del duca Federico da Montefeltro (1422-1482).
Federico, amante della cultura umanistica, chiama a corte letterati, matematici, artisti: ad Urbino giungono Piero della Francesca, Luciano e Francesco Laurana,  Francesco di Giorgio Martini, Leon Battista Alberti.

L’intervento più importante è il nuovo Palazzo ducale di Urbino, vero e proprio fulcro della città. Il palazzo ducale di Urbino è tanto grande e complesso da suggerire all’umanista Baldassarre Castiglione, all’inizio del Cinquecento, l’idea di «una città in forma di palazzo», giacché l’immenso edificio, progettato dall’architetto Luciano Laurana (1420 ciirca-1479), oltre ad essere dimora privata ospitava gli uffici amministrativi del ducato: ed è l’unico al mondo ad integrarsi perfettamente con la città.

Luciano Laurana estese la rocca trecentesca di famiglia fino ad un successivo palazzetto a quota più bassa. Nel raccordare i due edifici, l’architetto realizza un prospetto che dà forma a una piazza pubblica, nuovo cuore della città.
All’interno ricava un cortile d’onore, dallo spazio misurato con rigore geometrico.

palazzo ducale di urbino

Luciano Laurana, Palazzo Ducale di Urbino, cortile interno, 1466 circa

Sulla pianta quadrata del cortile si alza il porticato a colonne corinzie; nel secondo ordine alle colonne corrispondono paraste corinzie. Lungo la trabeazione corre un fregio con un’iscrizione continua a lettere capitali romane.

La facciata verso nord, più monumentale, è inquadrata in due torri slanciate, dette “torricini” (vedi foto in alto).

Viaggio in baule located at Italy , , IT . Reviewed by rated: 1 / 5