Altare della Patria o Vittoriano, dedicato al ricordo della Prima guerra mondiale, è un complesso monumentale in marmo bianco posto nel cuore di Roma.

La sua costruzione risale alla fine del 1800.

Si trova in Piazza Venezia, sul colle del Campidoglio.

Dove si trova il Vittoriano a Roma?

Perché si chiama Vittoriano?

È chiamato Vittoriano perché è dedicato a Vittorio Emanuele II, primo re d’Italia unita, morto nel 1878.

Il 4 giugno 1911 Vittorio Emanuele III di Savoia, nipote di Vittorio Emanuele II, inaugurò il complesso monumentale.

Altare della Patria, Roma – La tomba del Milite Ignoto

L’Altare della Patria a Roma, dal 1921, è anche il Monumento nazionale a ricordo dei caduti italiani della Prima guerra mondiale.

Il 4 novembre 1921, terzo anniversario della vittoria dell’Italia nella Prima guerra mondiale, sotto la statua della Dea Roma, venne inumata solennemente la salma del Milite Ignoto, che rappresenta simbolicamente tutti i caduti della Prima guerra mondiale, di cui non si conosce il nome o il luogo di sepoltura.

La salma fu scelta da Maria Bergamas, la madre di un caduto non identificato, tra le salme di 11 soldati ignoti portate ad Aquileia.

Ancora oggi la sua tomba è vegliata giorno e notte da due militari appartenenti ai vari corpi delle forze armate italiane, che si alternano nel servizio.

La tomba è però oggi vuota perché in seguito i resti dell’ignoto caduto vennero traslati in un apposito sacello all’interno dell’edificio.

Altare della Patria simbolo della Repubblica italiana

L’Altare della Patria o Vittoriano, assieme alla bandiera italiana, all’emblema della Repubblica italiana, allo stendardo presidenziale italiano, al Canto degli italiani costituisce uno dei simboli della Repubblica italiana.

Per maggiori informazioni vai sul sito ufficiale del Vittoriano di Roma.