Arco di Costantino
Sidvics, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Gli Archi di Trionfo erano eretti per celebrare le vittorie di generali e imperatori, che tornavano dalle campagne militari. I comandanti, insieme ai loro soldati, percorrevano il Foro tra la folla acclamante, fino a passare sotto l’arco innalzato in loro onore.

Una volta celebrato il Trionfo, gli archi restavano a memoria delle conquiste romane e contribuivano a esaltare la grandezza di Roma.

Gli archi di trionfo romani nella parte superiore recavano l’iscrizione che spiegava perché l’arco era stato eretto; nei lati, si trovavano bassorilievi e statue con i personaggi e gli episodi che si celebravano.

Gli archi romani erano costruiti in muratura e ricoperti di marmo; erano riccamente decorati con colori sgargianti e inserti in metallo, che purtroppo nel tempo sono andati perduti.

Archi di trionfo Roma

Arco di Tito

Arco di Tito
Roma1314, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

L’Arco di Tito è il più antico degli archi trionfali rimasti a Roma. Fu eretto dal fratello Domiziano, per ricordare la vittoria di Tito nella guerra giudaica, celebrata con un trionfo nel 71 d.C. Si trova nella parte orientale del Foro romano.

L’arco ha un fornice, ovvero un’apertura coperta da una volta a botte. L’attico presenta incisioni latine inneggianti all’imperatore.

Agli angoli dei pilastri sono poste semicolonne, in origine tutte scanalate.

L’arco presenta sculture a rilievo, soprattutto nelle pareti interne del fornice.

Arco di Settimio Severo

Arco di Settimio Severo a Roma
I, Sailko, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Dei tre archi di trionfo che si trovano a Roma, questo di Settimio Severo è quello che risulta più completo e integro.

Si trova nel Foro romano, di fronte alle colonne superstiti del tempio dedicato all’imperatore Vespasiano.

Fu fatto costruire nel 203 d.C. per commemorare la vittoria di Settimio e dei figli Caracalla e Geta sull’esercito dei Parti nelle campagne militari del 185-197 d.C. Il nome di Geta venne poi cancellato dopo che il fratello Caracalla lo fece uccidere.

Per saperne di più sulla storia e la descrizione dell’Arco di Settimio Severo a Roma leggi qui.

Arco di Costantino

Arco di Costantino
Sidvics, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

L’Arco di Costantino è il più grande arco di trionfo tra quelli giunti fino ai nostri giorni, insieme con quello di Tito e di Settimio Severo, e fu l’ultimo eretto a Roma.

L’Arco di Costantino si trova a Roma sulla via dei Trionfi. Fu costruito per celebrare la vittoria dell’imperatore nel 312 a Ponte Milvio.

È ornato da sculture risalenti a periodi differenti, da quello traianeo a quello di Adriano e di Marco Aurelio. Per saperne di più leggi Arco di Costantino descrizione.