Canestra di frutta è tra i numerosi capolavori di Caravaggio.

Dove si trova la Canestra di frutta di Caravaggio?

Il dipinto, commissionato a Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio (1571-1610) dal suo mecenate, il cardinale Francesco Maria Del Monte, è collocato alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano.

Si tratta della prima vera natura morta realizzata in Italia e dell’unica natura morta realizzata dal Caravaggio che non sia andata perduta.

È un dipinto a olio su tela di piccole dimensioni, 46×64 cm, realizzato intorno al 1597-1601 e acquistato dal cardinale di Milano Federico Borromeo. Il cardinale Borromeo la regalerà alla Biblioteca Ambrosiana di Milano nel 1618, dove tuttora si trova.

Canestro di frutta Caravaggio descrizione

L’opera mostra un cesto di frutta definito con precisione fin negli incastri di vimini. Nella cesta di frutta Caravaggio ha posto frutti e foglie di ogni genere.

Il cesto sporge impercettibilmente in avanti in uno spettacolare effetto di realismo tridimensionale.

Cosa rappresenta la Canestra di frutta di Caravaggio?

La frutta che Caravaggio ha dipinto in maniera così estremamente realistica ha anche un significato simbolico. Alcune foglie e alcuni frutti, come la mela in primo piano, mostrano i primi segni di deperimento: indicano la fragilità e la brevità della vita umana, destinata a decadere dopo la giovinezza.