Canne della Battaglia e il suo parco archeologico

Area archeologica di Canne della Battaglia
Area archeologica di Canne della Battaglia

A Canne, oggi chiamata Canne della Battaglia, il 2 agosto 216 a.C., durante la seconda guerra punica, si svolse il celebre scontro fra Romani e Cartaginesi.

I Cartaginesi guidati dal generale Annibale sconfissero i Romani, che subirono fortissime perdite. La Battaglia di Canne è stata una delle peggiori disfatte della storia di Roma. Per un approfondimento di carattere storico si consiglia di leggere La battaglia di Canne, 2 agosto 216 a.C.

Dove si trova Canne della Battaglia e cosa vedere

Canne della Battaglia si trova a poca distanza dai comuni di Barletta, Canosa di Puglia e Andria; sorge sulla riva destra del fiume Ofanto. Attualmente si presenta come parco archeologico, data la presenza di numerosi reperti di grande valore.

Dall’antiquarium, i cui materiali spaziano dall’Età neolitica al Medioevo, si entra nella cittadella dall’antica porta. Oltrepassata questa, si percorre la via principale, delimitata da edifici con colonne e cippi.

Il punto più alto del colle è occupato dall’impianto di due luoghi di culto cristiani: la Basilica minore, a navata unica, e la Basilica maggiore, sotto la quale sono resti del IV secolo a.C. e preistorici.

A sud-est della romana Canne è stato individuato nel 1959-60 un villaggio àpulo, nel sito che, per l’eccezionale quantitativo di ossa rinvenute, era stato interpretato come luogo dello scontro tra Romani e Cartaginesi.