Casa de Pilatos – Siviglia: perchè si chiama così?

Casa de Pilatos; Siviglia: perché si chiama così?
Casa de Pilatos, Siviglia

Casa de Pilatos è uno dei più bei palazzi di Siviglia. Fu iniziato nel XV secolo da Pedro Enriquez de Quiñones e completato dal primo marchese di Tarifa, Don Fadrique Enriquez de Rivera.

Casa de Pilatos: perché si chiama così?

Don Fadrique nel 1520, al ritorno da un pellegrinaggio in Terrasanta, si convinse che la distanza tra la casa di Ponzio Pilato e il monte Golgota fosse la stessa di quella che separava il suo palazzo da un santuario, Croce del Campo, posto fuori dalle mura.

Così fece costruire una Via Crucis con dodici stazioni, di cui la prima, la sua casa, corrispondeva alla casa di Pilato. In questo modo contribuì alla credenza che la sua casa fosse una copia esatta di quella del pretore romano.

Casa de Pilatos – Descrizione

Punto focale del palazzo è il patio centrale contornato da 24 doppie arcate, con pareti rivestite di azulejos. Al centro del cortile c’è una fontana in marmo sorretta da delfini e in cima porta una testa di Giano bifronte.

Ai quattro angoli si trovano statue di divinità greche e romane, mentre nelle nicchie ci sono i busti in marmo degli imperatori romani più quelli di personaggi importanti come Cicerone, Annibale, Carlo V.

Una scalinata coperta di azulejos porta al piano superiore dove ammirare affreschi e dipinti dal XVI al XIX secolo, come una Pietà di Sebastiano del Piombo o una Tauromachia di Goya.