Casa Manzoni Milano, via Gerolamo Morone 1

Casa Manzoni Milano (la facciata verso piazza Belgioioso), via Gerolamo Morone, 1
Casa Manzoni Milano (la facciata verso piazza Belgioioso), via Gerolamo Morone, 1

Casa Manzoni Milano è una storica dimora e oggi museo dell’illustre Alessandro Manzoni.

Manzoni acquistò questa casa in via Gerolamo Morone, allora al numero civico 1171 e oggi 1, a Milano, nel 1813, con il denaro dell’eredità del padre della sua prima moglie Enrichetta Blondel morto l’anno precedente.

Qui lo scrittore visse con la sua famiglia per sessant’anni fino alla morte, avvenuta il 22 maggio 1873.

Il giardino fu una delle ragioni che determinarono l’acquisto della casa da parte del Manzoni, che si dilettava di botanica e di giardinaggio.

Nel 1864 Manzoni fece restaurare la facciata verso piazza Belgioioso (immagine in alto) con decorazioni di terracotta di gusto vagamente rinascimentale.

Nello studio al piano terreno (immagine in basso) sono conservati circa tremila degli oltre cinquemila volumi che provengono dalle biblioteche di Manzoni.

Lo studio di Casa Manzoni Milano, via Gerolamo Morone, 1
Lo studio di Casa Manzoni Milano, via Gerolamo Morone, 1

La scrivania è la stessa su cui ha lavorato l’autore de I Promessi Sposi, il più celebre romanzo della letteratura italiana, e di numerose altre opere letterarie e drammaturgiche.

È in questa stanza che ha ricevuto tanti personaggi celebri, come Giuseppe Garibaldi (nel 1862) e Giuseppe Verdi (nel 1868), venuti a omaggiarlo.

Alessando Manzoni e la famiglia alternavano la loro residenza tra il palazzo cittadino e la villa a Brusuglio.