I castelli Valle d’Aosta sono circa 120, sorti in epoca medievale e rinascimentale. Costruiti in posizioni strategiche per il controllo dei fondivalle, durante il periodo feudale essi rappresentarono non solo un mezzo di controllo e di difesa, ma anche un simbolo del potere.

A partire dal 1191 i Savoia, sotto il cui controllo era caduta l’intera vallata, regolamentarono questo tipo di costruzioni, che perciò cominciarono ad avere una funzione non più solamente difensiva, ma anche e soprattutto residenziale.

Nel tempo, col decadere delle grandi casate nobiliari, si assistette al progressivo abbandono e degrado dei castelli che solo a partire dalla metà dell’Ottocento iniziarono ad essere, almeno in parte, recuperati e restaurati.

Molti castelli della Valle d’Aosta sono ancora oggi in ottimo stato e possiamo così ammirare, percorrendo le vallate della regione, diverse tipologie di castelli.

Da ogni castello se ne vedono almeno altri due: in questo modo, i castellani un tempo potevano comunicare tra loro con segnali luminosi.

Castelli Valle d’Aosta mappa

Qui trovate la mappa dei principali castelli in Valle d’Aosta www.regione.vda.it

Castelli Val d’Aosta: i più belli da vedere

Ai castelli in Val d’Aosta “più primitivi”, risalenti al X secolo, costituiti da una semplice torre, una cappella e la cinta muraria (Castello di Graines), si affiancano i “più moderni”, quali il castello di Issogne, costruito alla fine del XV secolo in stile gotico-rinascimentale, a pianta quadrata con torri ai lati, con straordinari affreschi e arredi.

Mete turistiche rinomate sono poi il castello di Fénis costruito tra il XIII e il XIV secolo, fu la prestigiosa sede della famiglia nobile valdostana degli Challant; il castello di Verrès, di epoca gotica e dalla caratteristica forma squadrata.

Castello reale di Sarre fu costruito sulle rovine di una casa-forte del 1242. Quando nel 1869 ne prese possesso il re Vittorio Emanuele II, fu ampiamente restaurato e ammodernato per farne la degna residenza di caccia del sovrano. Troverete quindi sale adorne di trofei di caccia dei reali di casa Savoia.

E ancora: castello della Valle d’Aosta di Saint-Pierre; castello Val d’Aosta di Gressoney voluto dalla regina Margherita di Savoia come residenza estiva; il forte di Bard, recentemente restaurato e sede di importanti manifestazioni culturali.

Per organizzare al meglio il vostro viaggio tra i castelli della Valle d’Aosta vi invitiamo a consultare il sito ufficiale www.lovevda.it