La cattedrale di Trani, dedicata a San Nicola Pellgrino, è definita la regina delle cattedrali pugliesi.

Sembra emergere dal mare e possiede un’incredibile forza di suggestione. Il materiale da costruzione, la pietra locale di tufo calcareo color rosato-bianco, ne esalta l’effetto scenografico. È una meta irrinunciabile durante una visita o un soggiorno nella cittadina.

Cattedrale di Trani storia

Fu costruita intorno al XII secolo per ricordare la morte del santo avvenuta in Trani, nel 1094, durante il periodo della dominazione normanna.

Nicola era un giovane pellegrino di origine dalmata giunto a Trani il 20 maggio 1094. Il giovane elemosinava in città scalzo e in tunica servile non pronunciando altro che «Kyrie Eleison», impugnando una croce e donando frutti tratti dalla sua bisaccia ai bambini. L’arcivescovo gli concesse il permesso di restare, ma dopo qualche giorno il giovane si ammalò e morì.

Dopo la sua morte accaddero numerosi miracoli. La fama della sua santità si diffuse rapidamente e l’arcivescovo nel 1099 ne ottenne da papa Urbano II la canonizzazione.

Trani aveva finalmente un suo esclusivo santo patrono e si iniziò a erigere una chiesa in suo onore.

Descrizione

La cattedrale di Trani, anche nota come il duomo di Trani o basilica di Trani, in stile romanico, vanta tra l’altro una portale bronzeo del 1180, opera di Barisano di Trani, custodito all’interno. Il portale è formato da 32 formelle rettangolari riproducenti soggetti sacri e profani.

La cattedrale di Trani, a tre navate, con un massiccio transetto rivolto verso il mare, è caratterizzata da un ingresso rialzato.

Sculture zoomorfe, di epoca più tarda, arricchiscono il rosone romanico centrale.

L’interno contiene la cripta di San Nicola (del XIII secolo), la chiesa primitiva (Santa Maria della Scala) del VII secolo, e, più in profondità, l’ipogeo di San Leucio, ancora precedente.

Il campanile che fiancheggia l’edificio fu costruito successivamente, nel XIII secolo: è caratterizzato alla base da un’apertura a sesto acuto che favorisce la circolazione nella piazza circostante.

Ingresso e visite

L’ingresso all’interno della cattedrale di Trani è gratuito ed è possibile prenotare visite guidate al seguente sito www.cattedraletrani.it