Cloaca Massima, prima rete fognaria di Roma

La Cloaca Massima, la prima rete fognaria di Roma
La Cloaca Massima, la prima rete fognaria di Roma

La Cloaca Massima è la grande fogna di Roma. Cloaca Maxima, in latino, significa, infatti, letteralmente, “la fogna più grande”. Consentì di bonificare la valle tra il Palatino e il Campidoglio dove sorse il Foro romano, cioè il cuore della vita politica ed economica della città.

La Cloaca Massima è la prima rete fognaria di Roma, costruita durante l’epoca regia.

La sua costruzione fu infatti iniziata sotto il regno di Tarquinio Prisco, terminata da Tarquinio il Superbo, rimaneggiata e perfezionata durante l’Impero.

Partiva dall’Argileto, attraversava il Foro e andava a sboccare a valle del ponte Emilio.

È ancora visibile, sulla riva del Tevere, l’imboccatura, con la volta a tutto sesto.

La volta è composta di un triplice ordine di conci; il materiale è la pietra, senza malta; l’ampiezza è di 5 metri di diametro.