Le Tre Grazie è il nome assegnato a due sculture di Antonio Canova realizzate tra il 1812 e il 1817. Secondo la mitologia greca, le Grazie erano le figlie di Zeus.

Delle Tre Grazie di Canova ne esistono due versioni. Canova, infatti, scolpì le tre figlie di Zeus in due diverse circostanze e per due diversi committenti.

La prima versione è conservata al Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo, mentre la successiva è esposta al Victoria and Albert Museum di Londra.

Perché esistono due versioni delle Tre Grazie di Canova?

Canova iniziò a scolpire le Grazie nel 1812 su commissione di Josephine de Beauharnais, la prima moglie di Napoleone Bonaparte.

Alla morte dell’ex imperatrice, nel 1814, l’opera non era ancora ultimata e l’inglese John Russel, duca di Bedford, si offrì di acquistarla.

Il figlio di Josephine, Eugenio, non volle però rinunciare alla scultura; nel 1817 onorò l’impegno della madre e acquistò la statua che oggi si trova esposta al Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo.

Canova fece subito una copia dell’opera per il duca di Bedford, identica a quella realizzata per Josephine, e il nobile inglese la collocò nella sua abitazione. Oggi, la seconda versione delle Tre Grazie del Canova si trova al Victoria and Albert Museum di Londra.

Ti potrebbe interessare anche: Dove vedere le opere di Canova in Italia?