giovedì, Settembre 23, 2021

Le maree a Mont Saint Michel come funzionano?

Mont Saint Michel, Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco dal 1979, è una delle punte estreme della Bretagna (Francia). È un isolotto unito alla costa da una strada costruita sopra una diga.

È uno dei luoghi continentali d’Europa dove il fenomeno delle maree risulta più evidente. Il dislivello tra alta e bassa raggiunge infatti anche i 15 metri.

Le maree sono i periodici innalzamenti e abbassamenti del livello del mare, provocati dall’attrazione esercitata sulla Terra dalla Luna e, in misura minore, dal Sole. Due volte al giorno le acque si sollevano (alta marea) e altre due volte si abbassano (bassa marea).

Le maree di Mont Saint Michel

Nelle ore di alta marea, questo luogo ci appare come un’isola, completamente circondata da acque discretameente profonde pur distando poche centinaia di metri dalla costa.

Poche ore dopo, in corrispondenza della bassa marea, quando il mare si ritira retrocedendo per quasi 15 chilometri, Mont Saint Michel ci appare come una sorta di sperone roccioso che emerge da una vasta distesa desolata di terra sabbiosa.

L’abbazia

Sul monte sorge un’abbazia meta di pellegrinaggi a partire dal Medioevo, provenienti da tutta Europa.

La leggenda racconta che nel 709 San Michele Arcangelo (da cui l’isolotto ha preso il nome) apparve tre volte in sogno al vescovo d’Avranches, Aubert, ordinandogli di costruire una chiesa in suo onore su quel piccolo isolotto roccioso.

Le prime due volte il vescovo ignorò le richieste del santo, finché questi infuriato gli perforò il cranio con un tocco del suo dito e solo allora il vescovo si decise ad adempiere alle richieste dall’arcangelo (la reliquia del teschio del vescovo è conservata presso la Chiesa Saint-Gervais di Avranches).

A partire dal X secolo fu poi iniziata la costruzione dell’abbazia benedettina in stile romanico. Nel corso dei secoli però fu continuamente rimaneggiata e ingrandita sfruttando l’altezza, visto che lo spazio per costruire orizzonatalmente era decisamente esiguo. Oggi si riconoscono quindi diversi livelli sovrapposti in stile romanico, carolingio, gotico.

Vuoi saperne di più sulle maree? Leggi qui Maree alte e basse spiegato semplice.

Articoli correlati

Ultimi articoli