Il Palazzo dei venti o Hawa Mahal, straordinario esempio di architettura Rajput e simbolo della città di Jaipur nel Rajastan (India del Nord), fu costruito nel 1799 dal grande maharaja guerriero e astronomo Jai Singh II.

La facciata del Palazzo è in mattoni rossi ed è caratterizzata da ben 953 raffinate finestre a nido d’ape in arenaria rosa bordate di bianco.

Secondo il volere del maharaja, la facciata doveva assomigliare alla corona di Krishna, divinità alla quale era devoto.

Ma le finestre così ideate dovevano avere anche uno scopo pratico: consentire alle donne della casa reale di osservare lo svolgimento delle processioni reali e della vita quotidiana nelle strade senza essere viste.

Palazzo dei venti
Particolare di una delle 953 finestre del Palazzo dei venti

Il nome di Palazzo, progettato dall’architetto Lal Chand Usta, si deve proprio al vento che, soffiando e incanalandosi nei reticoli di griglie e finestre, produce una dolce armonia.

L’edificio, di cinque piani, affaccia sulla via più importante della città.