Pallade e il centauro Botticelli la dipinse su richiesta di Giovanni di Pierfrancesco de’ Medici e suo fratello Lorenzo, cugini di Lorenzo il Magnifico.

Sandro Botticelli Pallade e il centauro, 1482 circa. Tempera su tela, 207×148 cm. Firenze, Galleria degli Uffizi.

Dove si trova Pallade e il centauro di  Botticelli?

Cosa

Cosa raffigura il dipinto?

Il dipinto raffigura Pallade, ossia la dea greca Atena simbolo della ragione che vince sull’irrazionale e sugli istinti bestiali, mentre afferra un ricciolo del centauro, creatura mitologica metà uomo e metà cavallo, che si distingue per la forza bruta e gli istinti incontrollabili.

Sullo sfondo si nota una veduta marina con una nave.

Pallade è armata di alabarda; indossa un abito di stoffa trasparente ornata di rami di ulivo e di ricami con lo stemma dei tre o quattro anelli intrecciati con un diamante, che alludono al motto latino Deo amante (a Dio devoto), emblema di vari personaggi della famiglia Medici.

Qual è il significato dell’opera?

Non si conosce il significato dell’opera. Quel che si sa di certo è che nel 1498, anno della morte di Giovanni di Pierfrancesco, la tela si trovava sopra la porta di accesso all’anticamera nella sua casa in via Larga a Firenze, a pochi passi dal palazzo di Lorenzo il Magnifico.

Quali altre opere di Sandro Botticelli puoi trovare nella Galleria degli Uffizi a Firenze?

Sono ben 16 le opere del Botticelli esposte alla Galleria degli Uffizi a Firenze. Tra le più note: La nascita di Venere, Pallade e il centauro, La calunnia, La Primavera, Adorazione dei Magi, Ritratto di giovane con medaglia, La Madonna del Magnificat, la Madonna della melagrana, l’Annunciazione di San Martino della Scala.

La Galleria degli Uffizi a Firenze, uno dei musei più importanti al mondo, conserva numerose opere d’arte d’inestimabile valore. Per organizzare al meglio la vostra visita vi invitiamo a consultare il sito ufficiale www.uffizi.it