Viaggio a Pechino, Cina

pechino

Pechino o Beijing, con la sua periferia si estende per oltre 17 000 km. Fino al XV secolo, era la città di guardia dei confini settentrionali della Cina e non a caso il centro storico dista soli 60 km dalla Grande Muraglia. Dal XVII secolo in poi, Pechino è capitale indiscussa della Cina.

Pechino è stata completamente abbattuta e ricostruita nel corso degli ultimi trent’anni. Grattacieli, torri e giganteschi edifici dallo stile avveniristico hanno preso il posto delle tipiche abitazioni cinesi a uno o due piani.

Oggi Pechino ospita grandi centri tecnologici ed è la sede delle filiali più importanti di moltissime multinazionali occidentali che producono in Cina. Per questa ragione vi risiedono moltissimi occidentali.

La parte storica di Pechino è costituita dalla Città Proibita edificata all’inizio del XV secolo durante la dinastia Ming. Per quasi 500 anni è stata la sede dell’imperatore e della sua famiglia. L’aggettivo “proibita” deriva dal fatto che, a parte i membri della casa imperiale, nessuno vi poteva entrare senza l’esplicito permesso dell’imperatore.
La Città Proibita è definita “il più grande palazzo del mondo”. Comprende, infatti, 980 edifici per un totale di 8707 camere e copre 720 000 m².

pechino
La Città Proibita

Davanti alla Città Proibita si estende la grande Piazza Tienanmen, attorno alla quale sorgono i principali edifici governativi della capitale.

Pechino
Piazza Tienanmen

Piazza Tienanmen, ovvero “della pace celeste”, è tragicamente famosa per la strage (la strage di Piazza Tienanmen) lì avvenuta la notte del 3 giugno 1989: l’esercito aprì il fuoco sugli studenti che da due settimane chiedevano la fine o almeno la limitazione della censura. Migliaia di persone furono uccise e la protesta fu sedata. Il massacro avvenne per ordine di Deng Xiaoping, allora segretario del Partito comunista cinese, da tutti considerato l’artefice della grande svolta economica cinese.
La piazza è larga 880 metri da nord a sud e 500 da est a ovest, il che la rende la più vasta piazza pubblica del mondo con i suoi 440 000 metri quadrati.

È opera di un architetto francese, Paul Andreu, il nuovissimo Centro Nazionale di Arte Drammatica edificato in soli sei anni (20001-2007).

Pechino
Centro Nazionale di Arte Drammatica

Ha una struttura in titanio e vetro ed è circondato da un lago artificiale.

A sud di Pechino, nel distretto Xuanwu, si trova il Tempio del Cielo o Tempio del Paradiso realizzato nel XV secolo. È un tempio taoista.

Pechino
Tempio del Cielo o Tempio del Paradiso

Qui, una volta l’anno, l’imperatore, considerato “Figlio del Cielo”, celebrava un solenne culto per propiziare buoni raccolti.

Fa parte della tradizione culturale della capitale “l’opera di Pechino”

Pechino
L’opera di Pechino

Si tratta di una forma drammaturgica tradizionale, tipica della capitale cinese, che mescola insieme recitazione, danza, pantomima e canto.

A 15 km di distanza dal centro di Pechino, si trova il Palazzo d’estate.

Pechino
Il Palazzo d’Estate

È uno dei più celebri palazzi della capitale. Edificato a partire dalla metà del XVIII secolo, si estende su circa 70 000 m² ed è circondato da un grande lago artificiale, che d’inverno ghiaccia.