Ritrovamento del corpo di San Marco di Tintoretto. È custodito nella Pinacoteca di Brera a Milano. L’opera, in olio su tela, è stata eseguita tra il 1562 e il 1566; misura 405x405cm.

Jacopo Robusti (1518-1594), detto Tintoretto dal mestiere del padre che faceva il tintore di tessuti, è tra i maggiori esponenti del Manierismo, la fase culturale e artistica che segue il Rinascimento maturo.

Egli predilige le composizioni grandiose e drammatiche, trafitte da lame di luce e impostate su scorci prospettici arditi, proprio come si evince da quest’opera.

Dove si trova il Ritrovamento del corpo di San Marco di Tintoretto?

Tintoretto tra il 1562 e il 1566 realizza per la Scuola Grande di San Marco tre grandi tele: Ritrovamento del corpo di San Marco; Trafugamento del corpo di San Marco (custodito nelle Gallerie dell’Accademia di Venezia); San Marco salva un saraceno (anche questo custodito presso le Gallerie dell’Accademia di Venezia).

Le tre tele raccontano una storia miracolosa: il recupero del corpo dell’evangelista Marco rinvenuto ad Alessandria d’Egitto e portato a Venezia, città di cui il Santo è protettore.

Tintoretto Ritrovamento di San Marco descrizione

Nel dipinto con il Ritrovamento, la scena è ambientata in una sala lunga e oscura. All’interno di essa si susseguono cinque episodi:

sul fondo due uomini aprono una tomba a terra e, con una candela, illuminano l’interno;

in primo piano c’è San Marco, in piedi a sinistra. È apparso miracolosamente, con il Vangelo sotto braccio; riconosce il proprio corpo, disteso su un tappeto, e alza la mano per fermare le ricerche;

a destra gli uomini sono ancora impegnati a calare i defunti dalle tombe sulla parete;

la presenza del santo guarisce un indemoniato, stretto alle gambe di una donna, che pare sul punto di perdere l’equilibrio;

assiste al duplice miracolo l’anziano con la veste preziosa, inginocchiato a braccia aperte: è Tommaso Rangone, illustre medico e filosofo, committente del dipinto per la Scuola.

Per organizzare al meglio la vostra visita presso la Pinacoteca di Brera vi invitiamo a consultare il sito ufficiale pinacotecabrera.org